Frontpage Slideshow | Copyright © 2006-2010 JoomlaWorks, a business unit of Nuevvo Webware Ltd.
Italian - Italy

Venezia e la sua Laguna

Rappresenta un capolavoro del genio creativo umano. E’ un eccezionale esempio di un tipo di costruzione e di complesso architettonico, tecnologico e paesaggistico a testimonianza di importanti tappe della storia umana. E’ un eccezionale esempio di un tradizionale insediamento umano e di occupazione del territorio e direttamente e materialmente legato ad eventi, tradizioni, lavori artistici e letterari d'eccezionale valore universale.

Iscrizione alla Lista del Patrimonio Mondiale Unesco: 1987


Criteri iscrizione
Id n. 394 1987 C (i) ii) (iii) (iv) (v) (vi)
(i) Venezia è un’opera d’arte senza eguali. La città è costruita su 118 isolette e sembra galleggiare sulle acque della laguna dando forma ad un paesaggio indimenticabile la cui bellezza imponderabile ha ispirato Cataletto, Guardi, Turner e tanti altri pittori. Inoltre, la laguna di Venezia comprende una delle maggiori concentrazioni di capolavori al mondo: dalla cattedrale di Torcello alla Chiesa di Santa Maria della Salute, tutti i secoli di una straordinaria Età dell’Oro sono rappresentati da monumenti di eccezionale bellezza: San Marco, Palazzo Ducale, San Zanipolo e la Scuola di San Marco, i Frari e la Scuola di San Rocco, San Giorgio Maggiore e così via;
(ii) L’influenza di Venezia sullo sviluppo dell’architettura e delle arti monumentali è notevole: in primo luogo attraverso i “fondachi” o scali commerciali della Serenissima Repubblica posti lungo la costa dalmata, in Asia Minore e in Egitto, nelle isole del Mar Ionio, nel Peloponneso, a Creta e a Cipro, dove è tuttora chiaramente visibile che gli edifici e monumenti furono costruiti seguendo i modelli veneziani. Ma quando la Repubblica cominciò a perdere la sua preminenza sui mari, Venezia esercitò la sua influenza in un modo molto diverso, grazie ai suoi grandi pittori. Bellini e Giorgione, e in seguito Tiziano, Tintoretto, Veronese e Tiepolo cambiarono completamente la percezione dello spazio, della luce e del colore imprimendo così un segno decisivo sullo sviluppo della pittura e delle arti decorative dell’intera Europa;
(iii) con l’eccezionalità di un Sito archeologico ancora animato di vita, Venezia stessa è la testimonianza del suo passato. La città già signora dei mari è un ponte tra l’Oriente e l’Occidente, fra l’Islam e la Cristianità; essa continua a vivere attraverso le migliaia di monumenti e di vestigia di un’epoca passata;
(iv) Venezia possiede una serie incomparabile di complessi architettonici che illustrano l’apice della grandezza e splendore della Repubblica. Da aree monumentale come Piazza San Marco e la Piazzetta, fino alle residenze più modeste nelle calli e nei campi dei suoi sei quartieri (Sestieri), gli ospedali duecenteschi delle Scuole e delle istituzioni di beneficenza o di mutuo soccorso, Venezia presenta una tipologia completa di architettura medievale, il cui valore esemplare va di pari passo con il carattere eccezionale di un ambiente urbano che ha dovuto adattarsi alle esigenze specifiche del luogo;
(v) nel Mediterraneo, la laguna di Venezia rappresenta un esempio eccezionale di habitat semi-lacustre, reso fragile in conseguenza di cambiamenti irreversibili. In questo ecosistema coerente in cui le barene – dossi di terreno argilloso che sono periodicamente sommersi dalle acque per poi riaffiorare – hanno la stessa importanza delle isole, le case fondate sui pali, i villaggi di pescatori e le risaie richiedono di essere protetti allo stesso modo dei palazzi e delle chiese;
(vi) Venezia simboleggia la lotta vittoriosa dell’uomo contro gli elementi e la supremazia da esso imposta su una natura ostile. La città è anche direttamente e concretamente associata alla storia dell’umanità. La Regina dei Mari, eroicamente abbarbicata alle sue piccole isole, non limitò il suo orizzonte né alla laguna, né al mar Adriatico o al Mediterraneo: fu infatti da Venezia che Marco Polo (1254-1324) partì per esplorare la Cina, l’Annam, il Tonchino, Sumatra, l’India e la Persia. La sua tomba in San Lorenzo ricorda il ruolo avuto dai mercanti veneziani nella scoperta del mondo, certo dopo gli arabi, ma ben prima dei portoghesi.

 

Galleria Fotografica

Contatti

Sede Legale
Piazza del Municipio, 2 - 44121 Ferrara

Presidenza presso il Comune di Assisi
Piazza del Comune 06081 Assisi (PG)
Tel. 075 8138676 fax 075 8138671
assisi.unesco@comune.assisi.pg.it

Segretariato Permanente presso il Comune di Ferrara
Piazza del Municipio, 21 - 44121 Ferrara
Tel. 0532 419584 fax 0532 419583
associazione@sitiunesco.it
PEC:
associazioneunesco@legalmail.it

Comitato Tecnico Scientifico coordinatore Carlo Francini
referente per il Centro Storico di Firenze Patrimonio Mondiale UNESCO
Via dei Servi, 32 - 50122 Firenze
tel 055 2399610 - fax 055 2740779
coordinatorescientifico@sitiunesco.it

Con il contributo di:

Legge 20 febbraio 2006, n. 77

“Misure speciali di tutela e fruizione dei siti italiani di interesse culturale, paesaggistico e ambientale, inseriti nella “lista del patrimonio mondiale”, posti sotto la tutela dell’UNESCO”

footer_venezia

kredittkort | Quality dissertation writing: http://www.dissertationprofy.com/ on demand wide choice | Help with California Medicare | michael roberts rexxfield