Italian - Italy
News

Gli Etruschi e il Mediterraneo

News

etruschi

Dal 15 aprile al 20 luglio 2014 presso il Palazzo delle Esposizioni a Roma la mostra "Gli Etruschi e il Mediterraneo. La città di Cerveteri" racconterà in modo nuovo la storia di una straordinaria civiltà del mondo antico, quella etrusca.

Per la prima volta in una mostra viene presentata non in maniera generale, ma concentrando l’attenzione su una singola città – Cerveteri – che spicca per grandezza e importanza nel contesto delle relazioni tra i popoli del Mediterraneo antico. Di questa metropoli dell’Italia antica distante solo 50 km da Roma, la mostra intende ripercorrere quasi dieci secoli di storia: in che modo comunità distinte costituirono progressivamente una città; come questa città proiettata sul mare divenne una delle principali potenze del Mediterraneo; come questa città che rivaleggiava per importanza con Roma fu infine dominata da quest’ultima ed assorbita nel corso del I secolo a.C. dall’impero romano nascente.

Per maggiori informazioni visita il sito ufficiale


 

I Sindaci di Volterra e San Gimignano scrivono al Premier

News

Una lettera inviata al premier Matteo Renzi, un appello per presentare urgentemente in Consiglio dei Ministri una proposta volta ad istituire un “Fondo di Patto” di una certa ampiezza, per il comparto degli Enti Locali, in modo che le spese di investimento per la manutenzione ed il restauro del Patrimonio Culturale di proprietà pubblica, non vengano computate a fini del rispetto del Patto di Stabilità interno ai singoli Enti. E’ quanto chiedono il sindaco di Volterra Marco Buselli e quello di San Gimignano, Giacomo Bassi, anche in qualità di vicepresidente dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco, in una lettera inviata anche ai ministri della Cultura, delle Finanze, dell'Ambiente e dell’Istruzione. Un appello a cui hanno aderito cento sindaci da tutta la Toscana.

Il recentissimo crollo delle mura medievali a Volterra – si legge nella lettera -, ma anche quelli avvenuti in altre realtà, impongono la necessità di non rassegnarsi e di volersi impegnare per la tutela del nostro patrimonio storico architettonico unico al mondo. Non possiamo non ricordarti la drammatica situazione in cui versano centinaia di Città d’arte dell’Italia, nelle quali ormai da anni e anni, a causa della scarsità di risorse, non viene più fatta nessuna manutenzione, né preventiva né restaurativa, sul patrimonio culturale di proprietà pubblica.

La soluzione proposta dai due primi cittadini, e cioè l’istituzione del Fondo di Patto, consentirebbe a molti Enti Locali di avviare da subito investimenti importanti sul proprio patrimonio storico culturale – prosegue la missiva -, senza dover mettere questi interventi in competizione con altri investimenti: questa dinamica perversa ha prodotto il risultato che, quando un Comune, per esempio, deve scegliere se intervenire su una scuola o finanziare l’ampliamento di cimitero, oppure recuperare un tratto di mura castellane, è evidente che la scelta ricade sempre sui primi due temi e non sul terzo. Se intanto gli investimenti sul restauro dei Beni Culturali, assieme a quelli sull'edilizia scolastica, e quelli sulla difesa del suolo, fossero esentati dal Patto di Stabilità – concludono i due primi cittadini - , molti Enti potrebbero utilizzare risorse ferme ed iniziare a mettere in sicurezza larga parte del patrimonio che abbiamo, oggi purtroppo posto in serio rischio. (www.oksiena.it)

 
 

Unesco in Jazz Festival ad Alberobello

News

Per la prima volta ad Alberobello l’Unesco in jazz festival con note di dieta mediterranea è l’evento in programma i prossimi 26, 27 e 30 aprile organizzato dal Comune di Alberobello e la Provincia di Bari, con il contributo del Gal, in collaborazione con l’Associazione ristoratori e la Dosa Enjoy, Management Booking Productions.

L’iniziativa mette insieme jazz, dieta mediterranea e trulli, Patrimonio Mondiale dell’Umanità, quali esempi di fusione e convivenza integrata di culture e tradizioni di territori diversi fra loro ma con evidenti elementi in comune al Patrimonio Unesco. Sull’onda del successo delle giornate internazionali dedicate al jazz e organizzate dalla Commissione Nazionale Unesco, il Comune di Alberobello e la Provincia di Bari, con questo evento internazionale, intendono creare una sinergia dinamica tra cultura e turismo volta a valorizzare le identità paesaggistiche, ambientali ed enogastronomiche locali.

Nelle tre serate del festival, il jazz di eccellenza dal vivo allieterà la Città dei Trulli già animata nel periodo di festività compreso tra il 25 aprile e il 1^ maggio.
Le tre giornate musicali saranno presentate da Savino Zaba, conduttore Rai.

Programma della manifestazione

 
 

Assemblea dei Soci in Valle Camonica

News

Venerdì 4 aprile 2014 a Capo di Ponte (Brescia) si è svolta l'Assemblea dei Soci dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale UNESCO (49 nel nostro paese, al primo posto fra i 190 Stati membri), presieduta dal Presidente Claudio Ricci (Sindaco di Assisi), che ha visto l’approvazione del bilancio consuntivo 2013 e la definizione delle linee organizzative future.

Questo era l'ultimo atto di gestione della Presidenza di Claudio Ricci, che si concluderà a luglio 2014 per scadenza dei due mandati come limite previsto dallo Statuto.

L'assemblea elettiva, per il triennio 2014/2017, si svolgerà a Cerveteri (Lazio) il 4 luglio e, in quella sede, si dovrà individuare il nuovo presidente, i tre vice presidenti (per il nord, centro e sud Italia) e i nove membri del Consiglio Direttivo.

Claudio Ricci ha voluto ringraziare il Sindaco di Capo di Ponte, Francesco Manella, per l’ampia e cortese ospitalità riservata, sottolineando come l'Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco sia ormai divenuta, attraverso l'impegno legislativo, tecnico, i numerosi progetti di valorizzazione culturale, turistica ed educativa, un punto di riferimento per i beni culturali e ambientali italiani; questo grazie al grande impegno di tutti i Siti Unesco italiani unitamente al Coordinatore Scientifico, Carlo Francini (Comune di Firenze), e al Segretariato con sede presso il Comune di Ferrara che hanno svolto un ruolo fondamentale.

(Foto, alcuni partecipanti vicino ad un reperto che include incisioni rupestri risalenti a circa 2500 anni prima di Cristo; la Valle Camonica, 35 anni fa, è il stato il primo Sito UNESCO italiano)

valle camonica

 
 

A Padova la presentazione del Salone Mondiale del Turismo

News

 

wte padova

Il 24 marzo il sindaco di Padova, Ivo Rossi, ha incontrato il sindaco di Assisi, Claudio Ricci, Presidente dell'Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco, per la presentazione della quinta edizione del Salone Mondiale del Turismo nei Siti Unesco (WTE) che si svolgerà a Padova, dal 19 al 21 settembre 2014.

Dopo quattro edizioni svoltesi nella città serafica, spiega il presidente Ricci che a giugno concluderà il suo mandato quadriennale alla presidenza dell’associazione, “come programmato il Salone diviene ora itinerante in Italia. Ad Assisi sarà comunque mantenuta un’iniziativa parallela importante con la presenza degli stessi tour operator (dal 16 al 18 settembre 2014) dedicata alle eccellenze turistiche dell’Umbria, che si svolgerà nel centro storico”.

Già si registrano novità in termini di presenze tra gli espositori e gli operatori che si presenteranno al WTE, ma è ancora riserbo da parte degli organizzatori, che, comunque, intendono superare i numeri dell’edizione 2013, quando sono stati oltre 150 i tour operator e i buyers turistici accreditati all’Expo, provenienti da Italia, Francia, Gran Bretagna, Nord Europa, Canada, Stati Uniti, Giappone e 90 i siti Unesco presenti, tra cui, oltre ai tanti italiani, quelli di Giordania, Croazia, Malta.

In contemporanea al WTE (con lo sfalsamento di un giorno), si svolgeranno anche le Giornate della Dieta Mediterranea, allo scopo di promuovere la Dieta Mediterranea, già Patrimonio Immateriale dell’Unesco, come stile di vita sano ed equilibrato. Se il World Heritage Tourism Expo si terrà al Palazzo della Regione, ideale per accogliere come si deve le bellezze dei siti Unesco di tutto il mondo, le Giornate della Dieta Mediterranea si svolgeranno, dal 20 al 22 settembre, presso la più moderna Fiera di Padova, in concomitanza con Expobici. D’altro canto, movimento all’aria aperta, sport e una sana alimentazione sono gli ingredienti giusti per il benessere del corpo e della mente. Nel corso delle Giornate saranno ospitati incontri a tema, degustazioni guidate e stand espositivi dei prodotti che rientrano nella Dieta Mediterranea provenienti non solo dall’Italia, ma anche dagli altri Paesi del Mediterraneo di cui la dieta è tipica, ovvero Spagna, Grecia, Marocco e, da quest’anno pure Cipro, Croazia e Portogallo.

Il World Heritage Tourism Expo 2014 è organizzato da CML Consulting in collaborazione con l’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco, la Regione Veneto, il Comune di Padova e Padova Fiere e con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Tra le altre prestigiose collaborazioni di cui gode il WTE si annoverano anche quella con Enit e con la rivista specializzata L’Agenzia di Viaggi che, anche quest’anno, organizza nell’ambito del WTE il Premio Turismo Responsabile Italiano e il Premio Turismo Culturale dedicati agli operatori e ai turisti che si distinguono per il loro approccio sostenibile ed educativo al viaggio.

Tutte le informazioni sull’evento e sulle modalità di partecipazione si trovano sul sito del WTE www.worldheritagetourismexpo.com e su quello delle Giornate della Dieta Mediterranea www.medietexpo.com

 
 

Pagina 1 di 34

Foto

Video

Città e Siti


Contatti

Sede Legale
Piazza del Municipio, 2 - 44121 Ferrara

Presidenza presso il Comune di Assisi
Piazza del Comune 06081 Assisi (PG)
Tel. 075 8138676 fax 075 8138671
assisi.unesco@comune.assisi.pg.it

Segretariato Permanente presso il Comune di Ferrara
Piazza del Municipio, 21 - 44121 Ferrara
Tel. 0532 419584 fax 0532 419583
associazione@sitiunesco.it
PEC:
associazioneunesco@legalmail.it

Comitato Tecnico Scientifico coordinatore Carlo Francini
referente per il Centro Storico di Firenze Patrimonio Mondiale UNESCO
Via dei Servi, 32 - 50122 Firenze
tel 055 2399610 - fax 055 2740779
coordinatorescientifico@sitiunesco.it

Con il contributo di:

Legge 20 febbraio 2006, n. 77

“Misure speciali di tutela e fruizione dei siti italiani di interesse culturale, paesaggistico e ambientale, inseriti nella “lista del patrimonio mondiale”, posti sotto la tutela dell’UNESCO”

отдых в утесе утес крым | Purebred Breeders | juegos de friv