A Cerveteri si elegge il nuovo presidente dell’Associazione

Da venerdì ci sarà un nuovo presidente al vertice dell’Associazione beni italiani patrimonio mondiale Unesco. Il voto è in programma a Cerveteri, gioiello etrusco incluso nella Lista del Patrimonio dell’umanità. I siti italiani da un paio di settimane hanno raggiunto quota 50, con l’inclusione di Langhe, Roero e Monferrato, premiati per gli straordinari paesaggi vitivinicoli. Nella top mondiale delle eccellenze l’Italia è seconda solo alla Cina.

L’Associazione che riunisce i siti italiani, fondata nel 1997, nel corso degli ultimi cinque anni è stata presieduta dal sindaco di Assisi, Claudio Ricci. L’organismo annovera 52 soci istituzionali ed è impegnato in azioni di tutela, valorizzazione e promozione del patrimonio e nella definizione di appropriate linee di politica culturale.

L’assemblea che provvederà all’elezione del nuovo vertice sarà preceduta da una visita al parco archeologico della necropoli della Banditaccia, da un decennio inserita assieme alla vicina necropoli dei Monterozzi di Tarquinia nella Lista Unesco.

A conclusione dei lavori assembleari è prevista una conferenza stampa di presentazione del nuovo presidente e del consiglio direttivo dell’associazione che rimarranno in carica per i prossimi tre anni.

Foto

Foto

Video

Video

Beni Italiani

ITALIA