Il monte Etna – Un po’ di storia…

Il Monte Etna si trova sulla costa orientale della Sicilia ed è iscritto nella Lista del Patrimonio Mondiale nel giugno 2013 per il suo eccezionale valore naturalistico: geologico, biologico ed ecologico. È una testimonianza straordinaria dei principali periodi dell’evoluzione della terra e di processi geologici in atto nei quali si sviluppano significative caratteristiche fisiche e geomorfiche della superficie terrestre.

Il Monte Etna è il vulcano attivo più alto d’Europa,ed uno tra i più attivi del globo. Ha 2700 anni di attività eruttiva, è nato 600 mila anni fa, nel Quaternario, la zolla forma il globo pre-etneo. Negli ultimi tre millenni, l’attività effusiva si è manifestata con colate laviche fluide e lente e piccole esplosioni che interessano solo la bocca eruttiva. Questa modalità ha alzato nei secoli l’altezza massima del cono vulcanico, che oggi supera i 3300 metri di altitudine su 40 km di diametro di base. Il serbatoio magmatico dell’Etna si trova a 20 km di profondità sotto la superficie terrestre.

Gli studi scientifici compiuti sulle sue lave e ceneri, come sulle strutture e conformazioni del sottosuolo etneo, hanno contribuito al progresso della vulcanologia moderna, della geologia e delle altre Scienze della Terra. Inoltre, la notorietà internazionale del Monte Etna deriva da una tradizione continuativa di documentazioni storiche che da 2700 anni fa ne testimonia l’attività.