Presentazione del WTE-World Heritage Tourism Expo del Presidente dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco

L’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco svolge un’intensa attività di sostegno alle politiche di tutela e valorizzazione dei territori e dei beni insigniti del prestigioso riconoscimento Unesco e rappresenta uno dei referenti prioritari per tutti coloro che, enti pubblici e soggetti privati, hanno a cuore lo straordinario Patrimonio culturale e paesaggistico del nostro Paese. Suoi principali interlocutori sono i Ministeri competenti ed in particolare il Ministeri dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, la Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco ed il Centro per il Patrimonio Mondiale.

L’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco è l’unico soggetto, oltre ai gestori dei Siti Unesco, a poter usufruire ufficialmente delle misure finanziarie previste dalla Legge 20 febbraio 2006 n. 77 e destinate alla tutela, gestione e valorizzazione dei Siti Patrimonio Unesco italiani. Nel volgere di 15 anni l’Associazione, della quale oggi fanno parte 52 soci fra Comuni, Province, Regioni, Parchi, Comunità Montane e Fondazioni, ha saputo diventare un importante punto di riferimento per tutte le località italiane nei cui territori sono presenti Beni culturali e naturali inseriti nella Lista del Patrimonio Mondiale. Una fitta rete di capacità e competenze che aumenta di anno in anno e che si prefigge l’obiettivo di salvaguardare e valorizzare un Patrimonio culturale unico al mondo. Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, all’interno del proprio sito web, ha inserito l’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco  fra gli Organismi nazionali di riferimento per l’attuazione della “Convenzione sulla protezione del patrimonio mondiale, culturale e naturale dell’Umanità” al pari del Gruppo di Lavoro interministeriale permanente per il Patrimonio Mondiale dell’Unesco, dell’Ufficio del Patrimonio Mondiale e della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco.

L’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco promuove e sostiene, sin dalla sua fondazione, il WTE quale importante strumento di conoscenza e sviluppo della rete dei Siti Unesco che rappresentano l’eccellenza culturale italiana nel mondo. L’idea di un turismo armonico, emozionale, legato ad esperienze profonde è oggi estremamente ricercata dai flussi turistici più significativi: ecco perché i luoghi della cultura, le Città d’arte, e tutti i viaggi della conoscenza, del sapere e dell’arricchimento interiore sembrano resistere meglio al vento della crisi e sicuramente rappresentano il volano più utile per il rilancio del turismo italiano.

In quest’ottica, il Salone Mondiale del Turismo nei Siti Patrimonio Mondiale Unesco, che da quest’anno si tiene nella splendida Padova, assume sempre più importanza e valore strategico per corroborare ed organizzare al meglio flussi turistici sempre più significativi, creando così anche le migliori condizioni affinché domanda ed offerta abbiano modo di incontrarsi nel modo più virtuoso possibile.  Attraverso il WTE quindi, le rappresentanze dei mille Siti Unesco del Mondo hanno l’occasione di mettersi in relazione con i principali Tour Operator, italiani ed internazionali, per organizzare percorsi e prodotti turistici in grado di promuovere, attraverso i Siti, anche regioni e stati nazionali.

Il Progetto WTE, che ha ottenuto la condivisione ed il patrocinio della Sede Internazionale Unesco di Parigi, si accinge a svilupparsi anche a livello internazionale puntando ad un WTE con sede in Europa e nei Paesi emergenti nel mercato turistico mondiale.

Auguro all’edizione 2014 del WTE le  migliori fortune, nella certezza che esse non mancheranno vista la professionalità e la sapienza che anima gli organizzatori di questa iniziativa.

Giacomo   Bassi

Sindaco di San Gimignano

Presidente Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco

 

Foto

Foto

Video

Video

Beni Italiani

ITALIA